Fdor Mikhailovič Dostoevskij: le opere - Il Colle di Scipio

Il Colle

di Scipio

 

 

Fëdor Mikhailovič Dostoevskij

Home Su

 

 

Fëdor Mikhailovič Dostoevskij

 

Fdor Mikhailovič Dostoevskij

Bibliografia: Romanzi, Racconti, Saggi

Filmografia

Bibliografia - Romanzi (fra virgolette la pronuncia italiana):

1844 - Povera gente (Бедные люди - "Bednye ljudi"), BUR

1845 - Il sosia (Двойник - "Dvojnik"), Garzanti

1849 - Netočka Nesvanova (Неточка Незванова - "Netočka Nesvanova") [incompiuto], Garzanti

1861 - Memorie da una casa di morti (Записки из мёртвого дома - "Zapiski iz mrtvogo doma"), BUR

1861 - Umiliati e offesi (Униженные и оскорблённые - "Uniennye i oskorblnnye"), Garzanti

1864 - Memorie dal sottosuolo (Записки из подполья - "Zapiski iz podpolja"), Einaudi

1866 - Il giocatore (Игрок - "Igrok"), BUR

1866 - Delitto e castigo (Преступление и наказание - "Prestuplenie i nakazanie"), Garzanti

1869 - L'idiota (Идиот - "Idiot")

1870 - L'eterno marito (Вечный муж - "Večnyj mu"), Garzanti

1871 - I demoni (Бесы - "Besi"), Garzanti

1875 - L'adolescente (Подросток - "Podrostok"), Einaudi

1878-80 - I fratelli Karamazov (Братья Карамазовы - "Bratja Karamazovy")

 

Bibliografia - Racconti:

1845 - Romanzo in nove lettere

1846 - Il signor Procharčin, Passigli

1847 - La padrona

1847 - Polzunkov

1848 - Un cuore debole, Passigli

1848 - La moglie altrui e il marito sotto il letto

1848 - Il ladro onesto

1848 - L'albero di Natale e il matrimonio

1848 - Le notti bianche, Mondadori

1849 - Un piccolo eroe, Passigli

1858 - Il villaggio di Stepancikovo e i suoi abitanti, Sellerio

1859 - Il sogno dello zio, Mursia

1862 - Una brutta storia

1865 - Il coccodrillo

1873 - Bobok

1876 - Il bambino "con la manina". Il bambino sull'albero di Natale da Ges

1876 - Il contadino Marej

1876 - La mite (racconto fantastico)

1877 - Il sogno di un uomo ridicolo (racconto fantastico)

1877 - Vlas

1877 - Piccoli quadretti

 

Raccolte di saggi:

1993 - Note invernali su impressioni estive, Feltrinelli

1991 - Lettere sulla creativit, Feltrinelli

1994 - In difesa di me stesso, Il Nuovo Melangolo

Diario di uno scrittore

 

Saggi su Dostoevskij:

1932 - Dostoevskij: tragedia mito mistica, di Vjačeslav Ivanov, Il Mulino

1953 - Dostoevskij: dal doppio all'unit, di Ren Girard, SE

1976 - Dostoevskij: filosofia, romanzo ed esperienza religiosa, di Luigi Pareyson

1984 - Dostoevskij e la filosofia, di Sergio Givone

 

Varie:

Dostoevskij mio marito, di Anna Grigor'evna Dostoevskaja, Bompiani

Il maestro di Pietroburgo, di J.M. Coetzee

Il mito di Sisifo, di Albert Camus [contiene un saggio su I Demoni], Bompiani

Roma a prima vista, di Heinrich Bll [contiene un saggio su Dostoevskij]

 

Filmografia (Film tratti dai romanzi di Dostoevskij usciti in Italia):

1920 - Il principe idiota, di Eugenio Perego - da L'idiota

1931 - Il delitto Karamazov (Der Mrder Dimitri Karamasoff), di Erich Engels e Fyodor Otsep

1934 - Le notti bianche di San Pietroburgo, o La tragedia di Egor, di Grigori Roshal e Vera Stroyeva - da Le notti bianche

1935 - Delitto e castigo (Crime et chtiment), di Pierre Chenal

1935 - Ho ucciso! (Crime and Punishment), di Josef von Sternberg - da Delitto e castigo

1946 - L'idiota (L'idiot), di Georges Lampin

1946 - Nathalie (L'homme au chapeau rond), di Pierre Billon - da L'eterno marito

1947 - I fratelli Karamzov, di Giacomo Gentilomo

1951 - L'idiota (Hakuchi), di Akira Kurosawa

1951 - Delitto e castigo (Crimen y castigo), di Fernando de Fuentes

1956 - La febbre del delitto, o I peccatori guardano il cielo (Crime et chtiment), di Georges Lampin - da Delitto e castigo

1957 - Le notti bianche, di Luchino Visconti

1958 - I fratelli Karamazov (The Brothers Karamazov), di Richard Brooks

1958 - Il giocatore (Le joueur), di Claude Autant-Lara

1959 - L'idiota [miniserie]], di Giacomo Vaccari

1963 - Delitto e castigo [miniserie], di Majano

1965 - Il giocatore [miniserie], di Edmo Fenoglio

1968 - Il sosia (Partner), di Bernardo Bertolucci

1969 - I fratelli Karamazov (miniserie), di Sandro Bolchi

1969 - I fratelli Karamazov (Bratya Karamazovy), di Kirill Lavrov e Ivan Pyryev

1969 - Cos bella cos dolce (Une femme douce), di Robert Bresson - Da La mite

1971 - I demoni (miniserie), di Sandro Bolchi

1971 - Quattro notti di un sognatore (Quatre nuits d'un rveur), di Robert Bresson - da Le notti bianche

1983 - Delitto e castigo (Rikos ja rangaistus), di Aki Kaurismki

1984 - Il contemporaneo (Aikalainen), di Timo Linnasalo - da Memorie dal sottosuolo

1988 - Dostoevskij - I demoni (Les possds), di Andrzej Wajda

1990 - La vendetta di una donna (La vengeance d'une femme), di Jacques Doillon - da La mite

1991 - Umiliati e offesi (Unizhennye i oskorblyonnye), di Andrei Eshpaj

1999 - Il ritorno dell'idiota (Nvrat idiota), di Sasa Gedeon

 

Film biografici

1949 - Il grande peccatore (The Great Sinner), di Robert Siodmak, con Gregory Peck nel ruolo di Dostoevskij

 

Citazioni

1969 - La caduta degli di, di Luchino Visconti il personaggio di Martin Von Essenbeck ripercorre le vicende di Nikolas Stavroghin de I demoni

1975 - Amore e guerra (Love and Death), di Woody Allen varie citazioni dai romanzi di Dostoevskij

1991 - La Divina Commedia (A Divina Comdia), di Manoel de Oliveira le vicende di alcuni personaggi si rifanno a Delitto e castigo ed a I fratelli Karamazov

 

 

Delitto e castigo

(Преступление и наказание - "Prestuplenie i nakazanie")

Traduzione di Giorgio Kraiski - Garzanti

Incipit

All'inizio di un luglio caldissimo, sul far della sera, un giovane usc dallo stambugio che aveva in affitto nel vicolo S., scese nella strada e lentamente, quasi esitando, si avvi verso il ponte di K. Ebbe la fortuna di non incontrare per le scale la padrona di casa. Il suo stambugio si trovava proprio sotto il tetto di un edificio alto cinque piani, e sembrava pi un armadio che una stanza. La padrona di casa che gli affittava quel buco, vitto e servizi compresi, abitava una rampa di scale pi gi, in un appartamentino indipendente, e ogni volta, per uscire in strada, egli era costretto a passare davanti alla cucina della padrona, che teneva quasi sempre spalancata la porta sulle scale. Ogni volta che passava davanti a quella porta, il giovane provava una sensazione vaga e invincibile di paura, e poich se ne vergognava, faceva una smorfia di stizza. Era sempre in arretrato con l'affitto, e temeva di imbattersi nella padrona.

...

 

L'idiota

(Идиот - "Idiot")

Traduzione di Licia Brustolin

Incipit

Alla fine di novembre, durante il disgelo, il treno della linea ferroviaria Pietroburgo-Varsavia si andava avvicinando a tutta velocit, verso le nove del mattino, a Pietroburgo. L'umidit e la nebbia erano tali che s'era fatto giorno a fatica; dai finestrini del vagone era difficile distinguere alcunch a dieci passi a destra e a sinistra. Fra i passeggeri c'era anche chi tornava dall'estero, ma erano affollati soprattutto gli scompartimenti di terza classe, pieni di piccoli uomini d'affari che non venivano da troppo lontano. Tutti, com' logico, erano stanchi, gli occhi appesantiti per la nottata trascorsa, tutti infreddoliti, i visi pallidi, giallastri, color della nebbia.

...

 

I fratelli Karamazov

(Братья Карамазовы - "Bratja Karamazovy")

Traduzione di Maria Rosaria Fasanelli

Incipit

STORIA DI UNA FAMIGLIOLA

Fdor Pavlovi Karamazov

Aleksej Fdorovi Karamazov era il terzo figlio di un proprietario terriero del nostro distretto, Fdor Pavlovi Karamazov, assai noto ai suoi tempi (e del resto ancor oggi ricordato fra noi) per la sua tragica e oscura fine, avvenuta esattamente tredici anni fa e della quale parler a tempo debito. Adesso, invece, di questo "proprietario terriero" (come lo si chiamava da noi, anche se in tutta la sua vita non aveva abitato quasi mai nella sua propriet), dir solo che era un tipo strano, di quelli che tuttavia si incontrano abbastanza spesso, il tipo di persona non soltanto abietta e depravata, ma anche balorda, di quei balordi, per, che sanno gestire egregiamente i propri affarucci e, a quanto pare, solo quelli. Fdor Pavlovi, ad esempio, aveva cominciato quasi dal nulla; la sua propriet era modestissima, correva di qua e di l per pranzare alla tavola altrui, si ingegnava a fare il parassita, eppure al momento del trapasso gli trovarono ben centomila rubli in contanti, anche se nel contempo aveva continuato ad essere per tutta la vita uno dei pi dissennati scavezzacolli di tutto il nostro distretto. Lo ripeto ancora: qui non si tratta di stupidit - la maggior parte di questi scavezzacolli abbastanza intelligente e scaltra - si tratta proprio di dissennatezza, e per giunta di un tipo particolare, nazionale.

...

 

I demoni

(Бесы - "Besi")

Traduzione di Francesca Gori

Incipit

CAPITOLO PRIMO A guisa di introduzione: alcuni particolari della biografia del molto rispettabile Stepan Trofimovi Verchovenskij 

Nell'accingermi a descrivere i recenti e tanto strani avvenimenti, svoltisi nella nostra citt, in cui finora non mai accaduto nulla di speciale, sono costretto, per la mia inesperienza, a cominciare un po' da lontano, e precisamente da certi particolari biografici sul molto rispettabile e dotato di talento Stepan Trofimovi Verchovenskij. Questi particolari serviranno soltanto da introduzione alla presente cronaca; la storia poi, che intendo narrare, seguir pi avanti. Diciamolo subito: tra di noi Stepan Trofimovi recitava sempre una parte speciale, civile, per cos dire, e amava questa parte appassionatamente, tanto che senza di essa, credo non potesse neanche vivere. Non che io lo voglia paragonare a un attore di teatro: Dio me ne guardi, tanto pi che anch'io lo stimo. Qui tutto poteva dipendere dall'abitudine o, per dir meglio, da una continua e nobile inclinazione, sin dagli anni dell'infanzia, a sognare dolcemente una buona posizione civile.

...

 

Fonti: Wikipedia, l'enciclopedia libera
 
 

 

Puoi contattarmi su Skype:

Skype Me!

Pagine principali:

Home Collescipoli Andar per sagre Umbria in costume Cene Medievali Segnalibri Libri in 2 righe C'era una volta... Filastrocche ecc Al Bar o ... Links Guestbook