Collegiata di S. Maria Maggiore - Il Colle di Scipio

Il Colle

di Scipio

 

 

S. Maria Maggiore

Home Su

 

 

S. Maria Maggiore

 

 

Collegiata di S. Maria Maggiore a Collescipoli

 

S.Maria-Facciata_e_campanile.jpg (86613 byte)

 

Di origine romanica, le prime notizie risalgono al pontificato di Innocenzo III (1198-1216). Dedicata all'Assunta, distinta dall'appellativo Maggiore per essere la principale tra le numerose chiese della zona dedicate alla Vergine. L'interno, a navata unica (foto) con volte a crociera divisa in quattro campate, termina con abside pentagonale. Lungo le pareti laterali si aprono 3 altari a destra e 4 altari a sinistra (Altari laterali).

 

S.Maria-Navata_in_orizzontale.jpg (107441 byte) S.Maria-Navata_in_verticale.jpg (105824 byte)
S. Maria Maggiore Navata

 

E' uno scrigno di opere d'arte che vanno dal XIV al XIX sec. In controfacciata due tele ovate dipinte da Vanni di Narni nel 1690; nell'abside, sopra il coro ligneo di fattura quattrocentesca, l'affresco dell'Assunzione della Vergine con gli ovali rappresentanti la Nativit e la Visitazione ai lati, dipinti da Tommaso Cardani nel 1697. Gli stucchi di contorno e gli angeli furono eseguiti da Michele Chiesa. Sopra alla porta della Sacrestia collocato il raro e prezioso organo Hermans del 1678 (foto). E' un organo a sette registri, opera del gesuita fiammingo Willelm Hermans, ambito da maestri di fama internazionale che si esibiscono in S. Maria Maggiore durante i Concerti organizzati per l'Hermans Festival. La cantoria dell'organo presenta quattro prospettive di paesaggi opera dello Zuccarini (1682) e intagli di Mastro Titta (1702).

 

Santa Maria - Organo Hermans.jpg (58034 byte)

Organo W. Hermans (1678)

 

Sul fianco destro della Chiesa, in prossimit del primo altare, si pu accedere attraverso una piccola porta alla Cappella di S. Giovanni Battista. Al suo interno si possono ammirare un pregevole affresco in cornice ovale raffigurante la Madonna con Bambino (foto) di Evangelista Aquili (1507) e un bellissimo altare ligneo realizzato nel 1740 da due falegnami di Sangemini, Biagio Riccitelli e Simone Zaghetti. Al centro dell'altare posta la tavola con dipinto San Giovanni Battista opera del forlivese Livio Agresti, 1560-65.

 

 

 

Altari laterali

Lato sinistro

Lato destro

 

Santa Maria - Altare del Transito di San Giuseppe.jpg (30706 byte)Altare del Transito di S. Giuseppe (primo altare a sinistra)

Cappella dei Conti Catucci, con altare neoclassico e tela raffigurante la Morte di S. Giuseppe, di autore ignoto ma probabile copia di un originale di Giudo Reni.

08_-_Santa_Maria_-_Altare_di_San_Giovanni_dx1.jpg (55566 byte)Altare di S. Giovanni Battista (Cappella Petroni; primo altare a destra)

Opera dello stuccatore ticinese Michele Chiesa sudisegno di Tommaso Cardani (1693). La tela del pittore Vanni da Narni (1695).

 

Santa Maria - Altare del Preziosissimo Sangue.jpg (63277 byte)Altare del Preziosissimo Sangue (secondo altare a sinistra)

Cappella del Crocifisso datata 1598. Ai lati sono dipinti S. Michele Arcangelo e S. Andrea, affreschi  degli inizi del XVII sec., attribuibili alla bottega di A. Pomarancio.

09 - Santa Maria - Altare della Santissima Trinit.jpg (57758 byte)Altare della S. Trinit (secondo altare a destra)

Altare in marmo realizzato nel 1647, conserva la reliquia di S. Flavio Pietro Martire. La pala che rappresenta la SS.ma Trinit e Santi si potrebbe attribuire a Calisto Calisti di Bagnaia, 1647 circa.

 

17_-_Santa_Maria_-_Altare_della_flagellazione_sx3.jpg (39009 byte)Altare della Flagellazione (terzo altare a sinistra)

Stucchi realizzati dai fratelli Grimani di Stroncone nel 1599 e tela della Flagellazione di Cristo opera di Antonio Circignani detto il Pomarancio (inizi XVII sec.)

10_-_Santa_Maria_-_Altare_della_Madonna_del_Rosario_dx3.jpg (29146 byte)Altare della Madonna del Rosario (terzo altare a destra)

Stucchi realizzati da Gregorio Grimani nel 1610. L'affresco della Madonna del Rosario attribuibile a Sebastiano Flori aretino (ultima parte del XVI sec.). Intorno alla cornice sono poi visibili i Quindici Misteri della Vergine del Pomarancio (1609).

 

Santa Maria - Altare di Sant'Antonio.jpg (50354 byte)Altare della Gloria di S. Antonio (quarto altare a sinistra)

La cappella del S.mo Sacramento, fu senz'altro la prima ad essere realizzata dopo l'altare maggiore, ornata dalla Gloria di S. Antonio abate opera in stucco policromo del milanese Michele Chiesa (1685-86).  La tela raffigurante Cristo in Piet e i Santi Antonio abate, Giovanni evangelista, Sebastiano e Rocco attribuita al pittore marchigiano Cesare Conti, fine XVI sec.

 

 

Cappella di S. Giovanni Battista

e Sacrestia

24_-_Cappella_di_San_Giovanni_-_Madonna_con_bambino_-_Particolare.jpg (40125 byte)

Cappella di S. Giovanni. Affresco raffigurante la Madonna con il Bambino realizzato nel 1507 da Evangelista di Nardo (figlio del fratello di Antonio Aquili, meglio noto come Antoniazzo Romano)

 

 

 

Bibliografia: 

 

 

IN COSTRUZIONE

 

 

Puoi contattarmi su Skype:

Skype Me!

Pagine principali:

Home Collescipoli Andar per sagre Umbria in costume Cene Medievali Segnalibri Libri in 2 righe C'era una volta... Filastrocche ecc Al Bar o ... Links Guestbook